C’è un posto freddo e silenzioso, in fondo ad una scalinata di ferro arrugginita dalla neve.

C’è qualcuno che attende pazientemente, dimenticato ormai da anni.

Cataste di corpi addormentate a metri d’altezza. Anime bianche, cipria e grigio scuro, in mezzo ad una gran polvere di scatoloni. Innumerevoli sguardi rubati, espressioni vuote e, forse, qualche risolino di troppo. Solo per chi lo sa ascoltare.

C’è un posto freddo e silenzioso, popolato di vita esanime, che mi ha regalato un’emozione straordinaria, in una giornata qualunque.

A. Simonazzi, Falling to Pieces, 17 dicembre 2012.
A. Simonazzi, Falling to Pieces, 17 dicembre 2012.
A. Simonazzi, Porcelain, 17 dicembre 2012.
A. Simonazzi, Porcelain, 17 dicembre 2012.
Annunci