Avrò avuto otto anni o forse dieci.

Inizi così a scuola, con parole e rime semplici e forse stupide. Poi ti trovi, un po’ più grande, a scherzare con chi pensa di farti innervosire.

Mi piacciono le provocazioni. Ma stavolta ha un diverso significato, perché la mia anima lavora su qualcosa di già scritto per me.

E vale doppio, nella mente e nel cuore, davvero.

Avrebbe senso andare

Lontano

E

Tentare

Infiniti

Voli?

Oppure sarebbe meglio

Guardare

Lucidamente

Insieme quello che abbiamo

Ora?

Basta solo ammettere che le

Emozioni di questi giorni

Non attendono altro che

l’Eternità.

Annunci